Non Meridiana ma Sciotère

Meridiana che segna il mezzogiorno sul Palazzo dei Duchi di Borgogna a Digione (F)

Orologio solare o Sciotère sulla facciata della chiesa di Fundrò a P. Armerina che segna le ore 10:00 ca.

Orologio solare o Sciotère sulla facciata della chiesa di Fundrò a P. Armerina che segna le ore 12:00 ca.

Per la serie c'è sempre da imparare. Come ci ha precisato un visitatore in un commento a fondo pagina del 16 febbraio scorso su Le Meridiane di Piazza e ripetuto su La lettura della Meridiana di Fundrò, quel pannello in pietra arenaria solcato da linee e numeri, posto sulla facciata della chiesa di San Rocco o Fundrò di Piazza Armerina, non è una "Meridiana" bensì un "Orologio Solare" chiamato anche "Sciotère". La "meridiana" indica solo il "meridio" ovvero il passaggio del sole a mezzogiorno (ore 12:00), cioè quando un segno inciso nel pavimento a su una parete di un edificio è attraversato da un'ombra soltanto nell'istante del mezzogiorno/ore 12:00 (foto in alto). L'"Orologio Solare" o "Sciotere" (foto in basso) invece indica le diverse ore durante il giorno, come quello di Fundrò. L'"Orologio Solare" inoltre ebbe anche una versione "portatile". Durante il Rinascimento sulla quarta parte di cerchio (quadrans) veniva tracciato un orologio solare da portare dietro chiamato "Quadrante". In tempi moderni tutti i termini sopra riportati, sono stati erroneamente generalizzati in "meridiana". L'"Orologio Solare" è uno degli strumenti più antichi per fornire l'ora. <<Tale strumento era già in uso presso i Babilonesi, importato dai Romani ed ampiamente diffuso in Europa fino al XVII secolo>> (articolidiastronomia.com). <<Quando ancora i romani non sapevano leggere il sole, i siciliani già possedevano la tecnologia della meridiana. Si narra infatti che l'orologio solare o sciotere o meridiana, per l'appunto, fosse stato introdotto a Roma dal console Valerio Messalla dopo la conquista di Catania. Città all'interno della quale trovò un oggetto strano, ma pragmaticamente utile. Era il lontano 263 a.C. E a quel tempo si chiamava Elitropio. Ovviamente non siamo stati noi ad inventarla. La meridiana era già nota ad egizi, greci ed alcune testimonianze ci catapultano addirittura al Neolitico. In ogni caso resta il fatto che i romani non le conoscessero, mentre in Sicilia se ne realizzavano di bellissime già a partire dal IV secolo>> (siciliafan.it). Colgo l'occasione per tornare a spiegare la lettura dell'ora sull'orologio solare di Fundrò con l'ausilio di una foto scattata sabato scorso 25 febbraio 2017 alle ore 10:11. Per la chiara lettura dell'ora si deve considerare, come ci ricorda il visitatore nel commento ricordato sopra, che sino al 1700 in Sicilia si utilizzava il computo dell'ORA ITALIANA che prevedeva il conteggio a partire dal tramonto del giorno prima (in questo caso venerdì 24 febbraio) che era 6 ore prima del COMPUTO PARIGINO (anche detto ore di Francia galliche, oltramontane, moderne e in Sicilia anche ore di Spagna) oggi in vigore. L'esempio che segue è chiarissimo. La foto in mezzo si riferisce a sabato scorso (25 febbraio) ed è stata scattata in piazza Garibaldi alle ore 10:11. Come potete constatare l'ombra del gnomone (chiodo di ferro inserito nella pietra) sull'orologio solare è ferma quasi perfettamente sulla retta che indica il 16. Questo perché il tramonto del giorno prima (venerdì 24) è avvenuto alle ore 18 circa (17:53 per la precisione). Se si aggiungono le 16 ore indicate sull'orologio solare alle ore 18:00 del tramonto precedente, si arriva perfettamente alle ore 10:00 del nostro orologio moderno da polso. Ovviamente le piccole variazioni dipendono dal fatto che, mentre l'ora dell'orologio moderno è un TEMPO MEDIO, l'ora nell'orologio solare è quella LOCALE VERA che dipende dall'effettiva longitudine, che è diversa da quella di riferimento europeo di GREENWICH. Questa differenza può provocare anche variazioni rispetto al TEMPO MEDIO, di un anticipo o un ritardo che può arrivare anche a 16 minuti prima o dopo l'ora vera del posto. Inoltre, nel nostro conteggio occorrerà tenere presente un'altra importante differenza di un'ora durante l'adozione dell'ORA LEGALE estiva.   
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo