Famiglie e Stemmi

Stemma S. Bartolomeo Trigona

Di nero colonna onoraria¹ bipartita d'oro in alone violaceo Quando ho parlato del quadro di S. Bartolomeo Trigona in Cattedrale, tra le deduzioni elencavo anche l'immagine in alto a sinistra accanto ai due angioletti, rappresentante un cilindro verticale contornato da una luce gialla/arancione. È l'immagine che ricorda la colonna di fuoco del miracolo che accadde quando l'abate Bartolomeo, chiamato a Messina per discolparsi dall'accusa di aver arricchito i propri parenti con i beni che il conte Ruggero II aveva donato al monastero calabrese, non aprì bocca per difendersi e quindi…

Lo stemma dei Trigona/2

Il privilegio del 1369, di cui si è parlato nel post Lo stemma dei Trigona/1, è confermato da re Ferdinando II di Castiglia il Cattolico (1452-1516) nel 1502 a Matteo (in alcuni testi Giovanni Matteo) Trigona I barone di Montagna di Marzo¹ con lo stemma nella foto 3: Uno scudo alla campagna mareggiata di argento dalla quale muove, a sinistra un triangolo d'oro rovesciato, con un sole dello stesso nel punto del capo. Lo scudo con corona, a secondo se di Principe-Duca-Marchese-Conte-Barone o Nobile, è accollato ad un'aquila spiegata, nera,…

Lo stemma dei Trigona/1

Sino adesso ho parlato di tanti stemmi, ma non avevo approfondito su questo sito quello della famiglia Trigona. Per le origini di questa nobile famiglia che è stata tra le più influenti, se non la più determinante dal XVI secolo in poi, nella storia della nostra Città, arriviamo indietro addirittura all'anno 650 ca. È in questo periodo che troviamo il duca Salardo stabilitosi tra i Monti Chirii in Svevia (oggi Germania Sud-Occid.) e il figlio di questi, Coraldo, che acquista nella Piccardia (Francia Sett.) molti castelli e la signoria di…

Altro stemma Sceberras

Inquartato, nel 1° d'azzurro a tre stelle a sei raggi, 2° d'argento alla corazza sormontata da un elmo, 3° d'argento a toro rosso, 4° d'azzurro a torre rossa, al piede di rosso triangolo rosso chiaro, il tutto sormontato da capricapo cardinalizio. Grazie a una foto su un social network, che subito si aprono scenari poco conosciuti nella storia secolare della nostra cittadina. L'altro giorno è stata pubblicata questa foto relativa allo stemma affrescato al centro del soffitto di una sala del palazzo conosciuto ai più come Palazzo Starrabba. L'edificio prende…

Probabile stemma Crescimanno ad Aidone

Chiesa di S. Giovanni Evangelista ad Aidone Stemma di sinistra sul portale della chiesa aidonese simile a quello piazzese nella foto in basso Stemma Crescimanno alla Commenda di S. Giov. Battista di Piazza coevo a quello di Aidone Tra le tante chiese presenti nella cittadina di Aidone (EN), quella di San Giovanni Evangelista¹ (foto in alto) la possiamo inserire tra le più antiche e particolari. Nel cartello turistico molto generico, a sinistra della facciata, leggiamo in due lingue (italiano e inglese) <<COMUNE DI AIDONE - CHIESA SAN GIOVANNI XII sec.…

Lo stemma del Crocifisso

Sullo questo stesso sito trovate: Lo stemma sul portale della chiesa del SS. Crocifisso/1 Lo stemma sul portale della chiesa del SS.Crocifisso/2 Lo stemma sul portale della chiesa del SS. Crocifisso/3 Lo stemma sul portale della chiesa del SS. Crocifisso/4 e ultimo cronarmerina.it

I tre stemmi nel Monastero di Sant'Anna

Stemma Agostiniano sul portone principale esterno, Monast. Sant'Anna Stemma Agostiniano sulla porta interna, Monast. Sant'Anna Nel Monastero di Sant’Anna a Piazza Armerina vi sono tre stemmi, uno appartenente alla famiglia Trigona sull’arco absidale dell’antica chiesetta di Sant’Anna (prima segreteria delle Scuole Elementari, oggi Sala Conferenze), due appartenenti all’Ordine Agostiniano. Uno di questi ultimi è scolpito sulla pietra arenaria ed è posto sull’arco del portone d’ingresso principale (foto in alto), l’altro in stucco sull’arco di una porta interna (foto in basso). Per i due stemmi che si riferiscono all’Ordine Agostiniano, a…

Lo stemma più prestigioso di Piazza/2

La freccia indica dove si trova lo stemma sotto il portico della Biblioteca Comunale I due regnanti spagnoli, Ferdinando II d'Aragona e Isabella I di Castiglia, al contrario di quelli portoghesi, credettero nell'intuizione del navigatore genovese Cristoforo Colombo e quindi finanziarono nel 1492 l'impresa di raggiungere l'India attraversando l'oceano verso ponente. Però, qualche anno prima (1478), avevano introdotto nel loro regno anche l'Inquisizione (a Plaza nel 1512) per convertire i musulmani e gli ebrei al Cristianesimo, con le buone o con le cattive. Mentre c'erano, iniziarono a punire i sostenitori…
Sottoscrivi questo feed RSS

Ricerche Storiche

Censimenti

Storia Civile

Storia Ecclesiastica

Curiosità

Come Eravamo